Coppetta mestruale

In questo video la ginecologa Silvia Bariselli (consultorio Ced Milano) spiega

  • come si inserisce la coppetta mestruale
  • come si toglie
  • come si pulisce
  • perché è più igienica ed ipoallergica del tampone interno e dell’assorbente esterno
  • altre istruzioni per l’uso
  • controindicazioni

Impianto sottocutaneo contraccezione

L’impianto sottocutaneo è un metodo contraccettivo ormonale che dura tre anni

Va benissimo per le donne che hanno bisogno di pianificare la gravidanza e che non vogliono pensare all’assunzione quotidiana di una pillola.

E’ formato da solo progestinico, senza la componente estrogenica. Questo lo rende adatto a tutte le donne anche quelle che hanno controindicazioni all’uso degli estrogeni, ad esempio in caso di

  • allattamento
  • forte consumo di tabacco
  • obesità
  • cefalea da estrogeni

L’applicazione dura pochi minuti, indolore, nella fascia interna del braccio (vedi video)

Tra gli effetti collaterali c’è l’irregolarità mestruale:

  • più del 40% delle donne ha meno di tre episodi di spotting nei primi 90 giorni dopo l’applicazione
  • solo il 12% arriva ad avere 5 episodi di spotting nei 90 giorni dopo l’applicazione, che si riducono al 2% nei tre anni della somministrazione
  • fino al 20% arriva ad una assenza delle mestruazioni
  • il 40% ha un sanguinamento regolare

Nel video la spiegazione della dott.sa Bariselli, ginecologa del CED

Sterilizzazione femminile

Massimo Srebot è ginecologo primario dell'ospedale di Pontedera e Volterra (Pisa), una delle strutture dove le donne "migrano", anche da altre regioni, per fare la sterilizzazione tubarica. Una pratica sicura ma poco conosciuta, indicata per chi ha problemi con i metodi contraccettivi reversibili e non ha intenzione di avere figli.

Ipnosi in ginecologia

Numerosi disturbi ginecologici hanno una base psicosomatica. L'ipnosi può essere un valido strumento di guarigione. Dott.ssa Silvia Bariselli, Ced Milano.

Diabete giovanile

Il diabete non è uno scherzo, ma bambini e bambine, ragazzi e ragazze con questa malattia cronica hanno una vita normale. L'importante è sapere come gestirla nella quotidianità.
I consigli della dottoressa Alessandra Bosetti, dietista clinica presso il consultorio CEMP di Milano.

La coppetta mestruale

La ginecologia Silvia Bariselli del consultorio Ced Milano spiega come e perché usare la coppetta mestruale.

Omeopatia in ginecologia e ostetricia

La ginecologa Barbara Bonazzi (CED Milano) spiega come usare i rimedi omeopatici in ginecologia e ostetricia, i vantaggi in gravidanza e allattamento, i principali rimedi e perché un rimedio non è uguale per tutte.

Impianto ormonale sottocutaneo

La ginecologa Silvia Bariselli (consultorio CED Milano) spiega come funziona l'impianto sottocutaneo, per chi è adatto, quali sono gli effetti sul ciclo.

Incontinenza urinaria dopo il parto

Cos'è pavimento pelvico e come riportarlo alla condizione ottimale dopo il parto.

Trattamento del dolore vulvare cronico

Cos'è la vulvodinia, il dolore vulvare cronico, e come si può curare. La vulvodinia colpisce una donna su sette e se non curata compromette la qualità della vita.

L'aborto come esperienza responsabilizzante

"Un'esperienza che ha contribuito a rendermi quella che sono", dice questa ragazza che racconta il suo aborto, l'impatto con la struttura ospedaliera, gli ostacoli che a volte si incontrano, l'atteggiamento dei ragazzi verso la contraccezione.

Profilattico o coito interrotto?

Interviste di strada a ragazzi sul tema della contraccezione e della sessualità.

Pillola del giorno dopo in farmacia senza ricetta

Da maggio 2015 le maggiorenni possono acquistare la cosiddetta “pillola del giorno” in farmacia, senza ricetta medica. Il farmaco si chiama EllaOne. Quali sono le sue caratteristiche?

Gli uomini, l'aborto, il preservativo

Interviste di strada a ragazzi e ragazze su aborto e contraccezione.

Cos'è un consultorio

Consultorio.

Salute di genere.

Laicità.

Intercultura.

Accoglienza.

In questo video presentiamo le parole che orientano la nostra visione di consultorio.

Fare meno, fare meglio in ostetricia e ginecologia

Congresso di Andria 2014, Verona. Fare di più non significa fare meglio.
Nel video Antonio Bonaldi, presidente di Slow medicine, Debora Balestreri, presidente Andria, Anita Regalia, Pietro Puzzi, Vittorio Basevi, Giuseppe Battagliarin. Riflessione musicale di Fabio Koryu Calabrò

Aborto e obiezione di coscienza

Perché i ginecologi obiettano? Obiezione di coscienza e legge 194, sintesi di una ricerca condotta su ginecologi/e di Milano e Roma. Ne parla Silvia De Zordo, antropologa.

Lella Costa presenta i consultori laici autogestiti

Lella Costa, presidente del Cemp, descrive l'attività e la filosofia dei consultori laici autogestiti Ced, Cemp, Cpd, Aied (gennaio 2012)

Incontinenza urinaria dopo il parto

Cos’è il pavimento pelvico

Il pavimento pelvico è quell’insieme di muscoli e tessuto connettivo posto su più strati che ha lo scopo di chiudere il foro del bacino e sostenere tutti gli organi che sono nella cavità.

Incontinenza urinaria dopo gravidanza e parto

Avvolgendo l’uretra, la vagina e il retto, il pavimento pelvico potenzia la capacità sifinteriale. Per adempiere a questo compito bisogna che questa struttura sia integra. La gravidanza e il parto sono la causa maggiore di alterazione di questo fascio muscolare. Il prolasso è il cedimento di queste strutture ed è la causa dell’incontinenza urinaria da sforzo. Quindi si comprende quanto sia importante recuperare il tono e la capacità muscolare nel post-parto, in modo da riportare questo muscolo alla sua integrità.

Riabilitazione del pavimento pelvico

Per riabilitazione uroginecologica, meglio conosciuta come riabilitazione del pavimento pelvico, si intende il recupero del tono del trofismo di questo muscolo e il recupero della capacità contrattile. Previa consultazione ginecologica per capire l’entità del danno che c’è stato durante il parto, si programma la riabilitazione.

La riabilitazione consiste in alcune sedute che comprendono l’elettrostimolazione, il biofeedbak, la chinesi-terapia che è una ginnastica in modo da recuperare il tono e insegnare alla donna come usare questo muscolo, nel momento in cui se ne ravvisa la necessità.

Il biofeedback è una ginnastica computerizzata, in modo che la donna visualizza sul monitor la sua contrazione ed impara a gestire il muscolo.

Linda Franzini, ostetrica CEMP

Avviso

Per ogni dubbio su contraccezione e salute ti invitiamo a telefonarci qui.
Se proprio non ce la fai a chiamare, questo è il modulo per le domande scritte.
Attenzione! Si tratta di indicazioni che non sostituiscono il consulto medico.

Sterilizzazione femminile

Massimo Srebot è ginecologo primario dell'ospedale di Pontedera e Volterra (Pisa), una delle strutture dove le donne "migrano", anche da altre regioni, per fare la sterilizzazione tubarica. Una pratica sicura ma poco conosciuta, indicata per chi ha problemi con i metodi contraccettivi reversibili e non ha intenzione di avere figli.

Ipnosi in ginecologia

Numerosi disturbi ginecologici hanno una base psicosomatica. L'ipnosi può essere un valido strumento di guarigione. Dott.ssa Silvia Bariselli, Ced Milano.

Diabete giovanile

Il diabete non è uno scherzo, ma bambini e bambine, ragazzi e ragazze con questa malattia cronica hanno una vita normale. L'importante è sapere come gestirla nella quotidianità.
I consigli della dottoressa Alessandra Bosetti, dietista clinica presso il consultorio CEMP di Milano.

La coppetta mestruale

La ginecologia Silvia Bariselli del consultorio Ced Milano spiega come e perché usare la coppetta mestruale.

Omeopatia in ginecologia e ostetricia

La ginecologa Barbara Bonazzi (CED Milano) spiega come usare i rimedi omeopatici in ginecologia e ostetricia, i vantaggi in gravidanza e allattamento, i principali rimedi e perché un rimedio non è uguale per tutte.

Impianto ormonale sottocutaneo

La ginecologa Silvia Bariselli (consultorio CED Milano) spiega come funziona l'impianto sottocutaneo, per chi è adatto, quali sono gli effetti sul ciclo.

Incontinenza urinaria dopo il parto

Cos'è pavimento pelvico e come riportarlo alla condizione ottimale dopo il parto.

Trattamento del dolore vulvare cronico

Cos'è la vulvodinia, il dolore vulvare cronico, e come si può curare. La vulvodinia colpisce una donna su sette e se non curata compromette la qualità della vita.

L'aborto come esperienza responsabilizzante

"Un'esperienza che ha contribuito a rendermi quella che sono", dice questa ragazza che racconta il suo aborto, l'impatto con la struttura ospedaliera, gli ostacoli che a volte si incontrano, l'atteggiamento dei ragazzi verso la contraccezione.

Profilattico o coito interrotto?

Interviste di strada a ragazzi sul tema della contraccezione e della sessualità.

Pillola del giorno dopo in farmacia senza ricetta

Da maggio 2015 le maggiorenni possono acquistare la cosiddetta “pillola del giorno” in farmacia, senza ricetta medica. Il farmaco si chiama EllaOne. Quali sono le sue caratteristiche?

Gli uomini, l'aborto, il preservativo

Interviste di strada a ragazzi e ragazze su aborto e contraccezione.

Cos'è un consultorio

Consultorio.

Salute di genere.

Laicità.

Intercultura.

Accoglienza.

In questo video presentiamo le parole che orientano la nostra visione di consultorio.

Fare meno, fare meglio in ostetricia e ginecologia

Congresso di Andria 2014, Verona. Fare di più non significa fare meglio.
Nel video Antonio Bonaldi, presidente di Slow medicine, Debora Balestreri, presidente Andria, Anita Regalia, Pietro Puzzi, Vittorio Basevi, Giuseppe Battagliarin. Riflessione musicale di Fabio Koryu Calabrò

Aborto e obiezione di coscienza

Perché i ginecologi obiettano? Obiezione di coscienza e legge 194, sintesi di una ricerca condotta su ginecologi/e di Milano e Roma. Ne parla Silvia De Zordo, antropologa.

Lella Costa presenta i consultori laici autogestiti

Lella Costa, presidente del Cemp, descrive l'attività e la filosofia dei consultori laici autogestiti Ced, Cemp, Cpd, Aied (gennaio 2012)

Vulvodinia cura

Vulvodinia o vestibolodinia. Cos’è?

E’ un’infiammazione dell’ingresso vaginale che può portare a un ipertono, quindi a una contrazione muscolare, o a delle contratture che sono delle tensioni muscolari involontarie.

Quali sono i sintomi?

I sintomi principali sono il bruciore, il prurito, il fastidio come aghi di spillo, il dolore, a volte anche bruciore alla minzione cioè a fare pipì e soprattutto a dolore durante i rapporti

È una malattia?

La vestibulodinia è una malattia organica. Colpisce una donna su sette. Se non diagnotiscata e curata compromette la qualità della vita.

Le cause

Le cause non sono ancora del tutto note, pare che i processi infiammatori come le vaginiti, le vaginiti micotiche o dei piccoli traumi siano la causa principale.

I trattamenti

Il trattamento di questo disturbo può essere di vario tipo. Può essere farmacologico, può essere di tipo antalgico cioè con una terapia elettrica a bassissimo voltaggio, oppure alternativo come agopuntura, omeopatia, o trattamenti locali con creme anti infiammatorie. Un altro trattamento è il massaggio, insegnato dal terapeuta che poi la donna fa a casa da sola.

Il trattamento antalgico

Presso il Cemp si dà priorità al trattamento antalgico, che comprende la stimolazione elettrica che va a decongestionare le terminazioni nervose, quelle che danno il dolore, e aiuta a sciogliere le contratture. Inoltre si insegna alla donna l’autorilassamento, che è molto importante perché impara a gestire il suo muscolo. (Nel video l’ostetrica Linda Franzini mostra l’apparecchio elettromedicale che viene utilizzato per la terapia elettrica).

Prima di iniziare il trattamento è importante che ci sia una diagnosi ginecologica fatta da un medico. La figura competente per il trattamento di tipo antalgico sono le osteriche.

 

Linda Franzini, ostetrica Cemp

Avviso

Per ogni dubbio su contraccezione e salute ti invitiamo a telefonarci qui.
Se proprio non ce la fai a chiamare, questo è il modulo per le domande scritte.
Attenzione! Si tratta di indicazioni che non sostituiscono il consulto medico.

Sterilizzazione femminile

Massimo Srebot è ginecologo primario dell'ospedale di Pontedera e Volterra (Pisa), una delle strutture dove le donne "migrano", anche da altre regioni, per fare la sterilizzazione tubarica. Una pratica sicura ma poco conosciuta, indicata per chi ha problemi con i metodi contraccettivi reversibili e non ha intenzione di avere figli.

Ipnosi in ginecologia

Numerosi disturbi ginecologici hanno una base psicosomatica. L'ipnosi può essere un valido strumento di guarigione. Dott.ssa Silvia Bariselli, Ced Milano.

Diabete giovanile

Il diabete non è uno scherzo, ma bambini e bambine, ragazzi e ragazze con questa malattia cronica hanno una vita normale. L'importante è sapere come gestirla nella quotidianità.
I consigli della dottoressa Alessandra Bosetti, dietista clinica presso il consultorio CEMP di Milano.

La coppetta mestruale

La ginecologia Silvia Bariselli del consultorio Ced Milano spiega come e perché usare la coppetta mestruale.

Omeopatia in ginecologia e ostetricia

La ginecologa Barbara Bonazzi (CED Milano) spiega come usare i rimedi omeopatici in ginecologia e ostetricia, i vantaggi in gravidanza e allattamento, i principali rimedi e perché un rimedio non è uguale per tutte.

Impianto ormonale sottocutaneo

La ginecologa Silvia Bariselli (consultorio CED Milano) spiega come funziona l'impianto sottocutaneo, per chi è adatto, quali sono gli effetti sul ciclo.

Incontinenza urinaria dopo il parto

Cos'è pavimento pelvico e come riportarlo alla condizione ottimale dopo il parto.

Trattamento del dolore vulvare cronico

Cos'è la vulvodinia, il dolore vulvare cronico, e come si può curare. La vulvodinia colpisce una donna su sette e se non curata compromette la qualità della vita.

L'aborto come esperienza responsabilizzante

"Un'esperienza che ha contribuito a rendermi quella che sono", dice questa ragazza che racconta il suo aborto, l'impatto con la struttura ospedaliera, gli ostacoli che a volte si incontrano, l'atteggiamento dei ragazzi verso la contraccezione.

Profilattico o coito interrotto?

Interviste di strada a ragazzi sul tema della contraccezione e della sessualità.

Pillola del giorno dopo in farmacia senza ricetta

Da maggio 2015 le maggiorenni possono acquistare la cosiddetta “pillola del giorno” in farmacia, senza ricetta medica. Il farmaco si chiama EllaOne. Quali sono le sue caratteristiche?

Gli uomini, l'aborto, il preservativo

Interviste di strada a ragazzi e ragazze su aborto e contraccezione.

Cos'è un consultorio

Consultorio.

Salute di genere.

Laicità.

Intercultura.

Accoglienza.

In questo video presentiamo le parole che orientano la nostra visione di consultorio.

Fare meno, fare meglio in ostetricia e ginecologia

Congresso di Andria 2014, Verona. Fare di più non significa fare meglio.
Nel video Antonio Bonaldi, presidente di Slow medicine, Debora Balestreri, presidente Andria, Anita Regalia, Pietro Puzzi, Vittorio Basevi, Giuseppe Battagliarin. Riflessione musicale di Fabio Koryu Calabrò

Aborto e obiezione di coscienza

Perché i ginecologi obiettano? Obiezione di coscienza e legge 194, sintesi di una ricerca condotta su ginecologi/e di Milano e Roma. Ne parla Silvia De Zordo, antropologa.

Lella Costa presenta i consultori laici autogestiti

Lella Costa, presidente del Cemp, descrive l'attività e la filosofia dei consultori laici autogestiti Ced, Cemp, Cpd, Aied (gennaio 2012)

Pillola del giorno dopo

Nel video Marina Toschi, ginecologa di AGITE (Associazione ginecologi territoriali) e Maurizio Orlandella, di SMIC (Società medica italiana per la contraccezione) spiegano:

  • da maggio 2015 cambia l’accesso alla contraccezione d’emergenza
  • perché il nuovo farmaco è disponibile in farmacia senza ricetta
  • se il nuovo farmaco è sicuro per la salute
  • perché non è un abortivo
  • perché l’intervento dell’Europa è stato decisivo

 

Da maggio 2015 le maggiorenni possono acquistare la cosiddetta “pillola del giorno” in farmacia, senza ricetta medica. Il farmaco si chiama EllaOne. Quali sono le sue caratteristiche?

Marina Toschi

Le due pillole, su cui fin’ora abbiamo sovuto informare per essere completi, sono una a base di Levonorgestrel, che è in commercio con il nome di Norlevo, e una, a base di Ulipristal acetato, in commercio con il nome di EllaOne.

Finora in Italia è stata usata pochissimo EllaOne, perché costava e perché richiedeva il test di gravidanza. Adesso il suo costo dovrebbe essere nella media europea, intorno ai 27 euro, e ricordiamoci che è tre volte più efficace dell’altra.

In Italia fin’ora c’era un test di gravidanza obbligatorio perché si pensava che EllaOne potesse essere rischiosa. E’ stato tolto perché è dimostrato che quelle 9 su 1000 che rimangono incinta malgrado abbiano preso EllaOne, anche se hanno portato avanti la gravidanza, non hanno avuto danni. Se non è dannoso per il feto, penso che non sia dannoso per una donna.

Sia Upa che Levonorgestrel agiscono bloccando l’ovulazione. L’Upa agisce anche molto meglio, anche quando il cosiddetto picco dell’LH che fa partire l’ovulazione è cominciato. Quindi riesce ad essere molto più efficace e non è abortivo, non ha azioni sull’endometrio, ma sull’ovulazione. Tanto è vero che se l’ovulazione e la fecondazione c’è già stata, la gravidanza va avanti uguale. Non è che noi propugnamo la contraccezione d’emergenza sempre: è d’emergenza.

Non possono fare obiezione di coscienza i farmacisti. Comunque è bene che sappiano che non è un abortivo, non stanno agendo contro un futuro embrione. Potrebbero anche loro, come noi, essere portati in tribunale, se una ragazza si trovasse incinta perché non ha avuto da loro la pillola.

Maurizio Orlandella

Il giro parte dal Parlamento europeo. L’Ema è l’agenzia europea che si interessa dei farmaci per un riconoscimento centralizzato. Interessando l’Ema c’è stato necessariamente l’interessamento di tutte le nazioni europee che non avevano acquisito l’Ulipristal acetato, cioè l’EllaOne, come farmaco specifico per la contraccezione d’emergenza.

L’Ema ha richiesto all’Aifa, l’Agenzia italiana per il farmaco, di dare il suo parere. L’Aifa deve poter giustificare eventuali posizioni diverse all’Ema. L’Aifa ha per ora solamente bloccato la possibilità alle minorenni che ancora necessitano di ricetta per poter usufruire di questa contraccezione d’emergenza.

Ci sarà probabilmente un dibattito mediatico importante e le minorenni spero che abbiano la possibilità di imparare a rivolgersi ai servizi consultoriali che dovrebbero ormai aprire a questa fascia d’età la possibilità di una prescrizione immediata e senza visita ginecologica.

Lella Costa presenta i CPL

In questo video Lella Costa, presidente del Cemp, spiega l’origine dei consultori privati laici, che nascono come consultori autogestiti negli anni Sessanta e Settanta, descrive l’approccio integrato e a quali bisogni rispondono, spiega perché “privati”. (altro…)