Nessuna pillola da prendere tutti i giorni. Si “mette” nel braccio e non ci pensi più per tre anni. La ginecologa Silvia Bariselli (consultorio CED Milano) spiega come funziona l’impianto sottocutaneo, per chi è adatto, quali sono gli effetti sul ciclo.

L’impianto sottocutaneo è un metodo contraccettivo ormonale che dura tre anni

Va benissimo per le donne che hanno bisogno di pianificare la gravidanza e che non vogliono pensare all’assunzione quotidiana di una pillola.

E’ formato da solo progestinico, senza la componente estrogenica. Questo lo rende adatto a tutte le donne anche quelle che hanno controindicazioni all’uso degli estrogeni, ad esempio in caso di

  • allattamento
  • forte consumo di tabacco
  • obesità
  • cefalea da estrogeni

L’applicazione dura pochi minuti, indolore, nella fascia interna del braccio (vedi video)

Tra gli effetti collaterali c’è l’irregolarità mestruale:

  • più del 40% delle donne ha meno di tre episodi di spotting nei primi 90 giorni dopo l’applicazione
  • solo il 12% arriva ad avere 5 episodi di spotting nei 90 giorni dopo l’applicazione, che si riducono al 2% nei tre anni della somministrazione
  • fino al 20% arriva ad una assenza delle mestruazioni
  • il 40% ha un sanguinamento regolare

Nel video la spiegazione della dott.sa Bariselli, ginecologa del CED

The following two tabs change content below.
Documentalista, giornalista, videomaker, web content editor. Sui temi di salute sessuale e riproduttiva cura il sito dei consultori privati laici della Lombardia e conduce con Chiara Ronzani la trasmissione sesSOS su Radio popolare