Il 9 marzo prossimo il Parlamento europeo sarà chiamato a ratificare la risoluzione Tarabella (Belgio) che vuole ribadire la libertà di aborto e contraccezione delle donne.

 

Le associazioni Laiga e Vita di donne hanno lanciato questa petizione per creare un gruppo di pressione sugli eurodeputati e in particolare sul Partito democratico.

Infatti nel 2013, in occasione della approvazione del Rapporto Estrela, il voto di sei eurodeputati Pd (Silvia Costa, Franco Frigo, Mario Pirillo, Vittorio Prodi, Patrizia Toia, e David Sassoli) aveva consentito l’approvazione di un ordine del giorno sostenuto dai gruppi clericali, reazionari e neo nazisti.

In vista del voto del 9 marzo prossimo i movimenti cattolici stanno facendo sentire il proprio peso sui deputati europei e hanno già raccolto 50mila firme in quattro giorni.

In Italia, dove le percentuali dell’obiezione di coscienza negli ospedali pubblici raggiunge in alcune zone il 90% , l’approvazione della risoluzione Tarabella consentirebbe alle donne che intendono interrompere legalmente la gravidanza di poter invocare la normativa europea per richiedere alle istituzioni nazionali l’adozione di provvedimenti a tutela delle loro decisioni.

Firma la petizione

 

Icon made by Freepik from www.flaticon.com is licensed under CC BY 3.0
The following two tabs change content below.